Archivi

È primavera! Come prepararsi al cambio di stagione

Con la primavera la natura si risveglia e anche il nostro corpo ha bisogno di prepararsi ad affrontare la bella stagione nel modo migliore per poter stare bene sia dentro che fuori.

Con il cambio di stagione il corpo può andare incontro a fenomeni di “affaticamento”. Questa condizione può essere favorita dal continuo passaggio tra ambiente esterno e interno, spesso surriscaldato, tensioni e stress ma anche dalla poca attività fisica all’aperto che durante i mesi invernali è quasi assente. Ecco che il corpo arranca appesantito e anche l’epidermide, di conseguenza, appare spenta, opaca e disidratata mettendo in evidenza rughe e segni del tempo. Questo periodo è il migliore per depurarsi e prepararsi all’estate nel miglior modo possibile.

Se stiamo bene “dentro” saremo anche più belli fuori!

Per quanto riguarda la pelle in questo periodo si può lavorare per restituire freschezza, tono e luminosità all’incarnato. Il primo intervento consigliato è l’esfoliazione per rimuovere le cellule morte e desquamate, liberare i pori dai detriti cellulari, dalle impurità come lo smog e dagli eccessi di sebo. L’esfoliazione si può fare sul viso e sul corpo e aiuta a mantenere l’auto idratazione cutanea favorendo la microcircolazione.

Per il viso è consigliata anche una pulizia, per far ripartire l’attività cellulare e ridurre le rughe, decongestionare le pelli molto sensibili combattendo i rossori, dinamizzare la pelle stanca e affaticata, ridonare luminosità e splendore al colorito ed infine aumentare il tasso di idratazione.

Il movimento per combattere la stanchezza del cambio di stagione

Fare movimento è un rimedio fondamentale per aiutare il nostro corpo a uscire dal letargo invernale. Il sole è un antidepressivo naturale e non dovrete spendere soldi per la palestra! Dite addio alla vita sedentaria e sfruttate le prime belle giornate per fare una corsa o un po’ di camminata veloce. Basta mezz’ora di allenamento cardio al giorno per aumentare il vostro livello di energia e migliorare l’umore.

Sane abitudini contro la stanchezza primaverile

Per rimediare ai sintomi della stanchezza primaverile, infine, vi basterà prendere le seguenti sane abitudini.

– No agli alcolici e agli snack-spazzatura! I picchi glicemici dovuti allo zucchero vi faranno sentire energiche sul momento, ma poi vi faranno tornare più stanche di prima.

– Non dimenticate di bere, e anche tanto. L’idratazione è fondamentale per non soffrire più di astenia e stanchezza cronica.

​- Cercate di non andare a letto troppo tardi e, se potete, concedetevi un “power nap”, sonnellino pomeridiano di 20-30 minuti, utilissimo per ricaricare le energie.

Il make-up cambia veste a primavera

Come per il cambio di stagione, con l’arrivo della primavera anche la skin care e il make-up si alleggeriscono. L’importante però è non trascurare alcuni passaggi fondamentali come la base e quindi la preparazione della pelle al trucco.

Per iniziare è bene dedicarsi in primis alla pulizia del viso, in modo da purificare a fondo l’epidermide. Potete decidere di affidarvi alle mani esperte di un’estetista oppure di coccolarvi a casa vostra, esfoliando la pelle in modo delicato e non aggressivo.

Si parte dalla scelta dello scrub meglio quelli a grana sottile per non stressare troppo la pelle! Nel caso della stagione primaverile è consigliabile un prodotto ricco di agenti dal potere rigenerante e lenitivo per la pelle, come ad esempio uno scrub all’Aloe Vera.

Importanti alleati della pelle in primavera sono inoltre sieri per il viso e tonici. Rispetto alla stagione invernale, durante la quale si preferiscono i prodotti in crema, primavera ed estate meglio si prestano all’utilizzo di texture leggere e fluide. Perfetti dunque sieri naturali, arricchiti da principi attivi anti-age, capaci di donare maggiore compattezza e levigatezza alla cute. Il tonico è un altro protagonista della skin care primaverile: da prediligere quelli a base floreale e privi di alcool per non irritare la pelle e salvaguardarla dalla comparsa di macchie.

makeup_brushes_and_roses-800x533Nel make-up la parola chiave è leggerezza: texture meno dense e colori più tenui. Al fondotinta è possibile sostituire un primer che uniformi l’incarnato senza alterarne il colorito sfruttandone la luminosità naturale e ultimare il tutto con poche pennellate di blush sulle gote.

Per accentuare lo sguardo è bene scegliere un rimmel volumizzante magari accompagnato da una leggera linea di eyeliner. Infine, per dare al look un tocco di colore è bene concentrarsi sulle labbra: il consiglio è sostituire il rossetto con un burro di cacao con qualche pigmento di colore all’interno. Il risultato? Labbra sempre morbide e protagoniste.

Et voilà!

Gli errori da non fare al mattino

 

Beauty routine, morning routine, skincare: tutte buone abitudini da seguire ogni giorno per evitare l’insorgere di imperfezioni. Attenzione a non sbagliare però…ecco gli errori comuni da evitare per avere una pelle luminosa e sana.

  1. AL MATTINO COME ALLA SERAerrori-da-non-fare-al-mattino

È buona norma detergere il viso due volte al giorno, prima di andare a letto e appena svegli. Struccarsi tutte le sere è una buona abitudine, attenzione però a non saltare la fase di detersione al mattino! Di notte, infatti, la pelle produce olio, rilascia liquidi e rinnova moltissime cellule morte… meglio correre ai ripari!

  1. LEAVE IT ALONE

Capita a tutti di svegliarsi con un ospite non gradito proprio sulla faccia: nella maggior parte dei casi, in presenza di imperfezioni cutanee, la cosa migliore da fare è limitarsi all’uso del correttore, evitando così di spingere batteri nel derma e aggravare la situazione.

Non solo: potreste procurarvi cicatrici e fastidiose macchie scure.

  1. LA SCOPERTA DELL’ACQUA CALDA

Lavarsi il viso con l’acqua gelida non è poi così gradevole soprattutto in inverno, se diventa bollente però rischia di disidratare la pelle donandole un aspetto tirato e segnato. Il consiglio? Optate per l’acqua tiepida la mattina come la sera.

  1. NON SIATE RUVIDE

L’esfoliazione è di certo un rito molto importante all’interno della propria beauty routine. Attenzione però, se eseguita la mattina appena prima di uscire rischia di aprire troppo i pori e di lasciare a polvere, trucco e sporcizia, un’entrata più facilitata. Risultato? Punti neri e brufoli. Meglio esfoliare il viso di sera o prima di andare a letto!

  1. DETERGERE, TONIFICARE, IDRATARE

In America lo chiamano CTM che sta per Cleanse, Tone e Moisturize = Detergere, Tonificare, Idratare. Gli step vanno eseguiti in serie, tutte le mattine per assicurarsi un viso fresco e giovane.

  1. PRIMA LO SHAMPOO

Lavando il viso prima di fare lo shampoo, tutti gli agenti chimici e lo smog si riversano su di esso, è importante quindi lavare prima i capelli e poi passare a viso e al corpo.

Obiettivo? Pelle più sana e luminosa!

Come rimettersi in forma dopo le feste

in-formaPuntuali come un orologio svizzero, dopo le feste si fanno vivi i chili di troppo. Su col morale, per riacquistare la silhouette basta qualche piccolo accorgimento! Ecco come eliminarli senza perdere il sorriso!

Sport
E’ la prima regola per evitare di dover fare l’ennesimo buco alla cintura, ma se non hai tempo per rinnovare l’abbonamento in palestra puoi risolvere il problema sostituendo le scale all’ascensore, una salutare passeggiata al parco o un
a camminata a passo veloce. Se hai intenzione di fare le cose sul serio, scegli l’aerobica: eviterai di annoiarti con il solito tapis roulant e l’interminabile mezz’ora di cyclette. Se non temi che il cloro possa danneggiare i tuoi capelli, sono ideali anche i corsi in acqua, primo su tutti l’aquagym due o tre volte alla settimana. Arti marziali e kick boxing sono un toccasana per scaricare i chili di troppo e la tensione accumulata. Infine, se vuoi unire l’utile al dilettevole, un corso di danza del ventre è quello che fa per te: sensualità a profusione e tanto esercizio fisico mirato alla zona addominale. Ce n’è per tutte!

Alimentazione
Anche se durante le feste hai esagerato con i dolci, non servono diete drastiche per tornare in linea. Senza fare tagli drastici a carboidrati e zuccheri, fai scorta di verdure e ricorda che le fibre aiutano non solo a disintossicare ma anche a depurare l’organismo dall’eccesso di grassi accumulati durante le feste. Non trascurare l’importanza di una colazione sana ed energetica, e non dimenticare lo spuntino a metà mattina, ti consente di non arrivare affamata all’ora di pranzo! Se il tuo sovrappeso è qualcosa di più di un semplice appesantimento, consulta un bravo dietologo, studierà l’alimentazione più adatta al tuo regime di vita ed elaborerà per te una dieta personalizzata con il giusto apporto calorico di cui necessita il tuo organismo.

Consigli fast:
– Elimina gli alcolici, contengono calorie e affaticano il fegato!
– Riduci le porzioni: di tutto un po’!

– Non cedere alle tentazioni: cioccolatini e dolci vanificano i tuoi sacrifici, ne vale la pena?
– No ai sensi di colpa, quel che è fatto è fatto e a tutto c’è rimedio!

Un Natale fai da te

Il Natale è il momento migliore per dare il via libera alla creatività! Vorresti che l’intera casa emanasse un’atmosfera natalizia da tutte le stanze? Ecco qualche spunto…

Partiamo dall’immancabile l’albero di Natale. Sono molti i materiali che possono essere riadattati per creare un albero unico e diverso dagli altri, ad esempio il legno e le pigne. Prendi circa 40 ramoscelli di diverso spessore e lunghezza, parti dalla base, per la quale utilizzerai il ramoscello più lungo, e procedi verso l’alto, usando via via i rametti più corti. Ora prendi due pezzi di spago, della lunghezza dei due lati obliqui dell’albero, e annodali via via alle estremità dei rametti. Lega in cima i due pezzi di spago e crea un’asola per appendere l’alberello alla parete, non prima di averlo decorato nel tuo stile.

Per spazi più piccoli, invece, le pigne possono essere una buona soluzione per sostituire l’albero. Disponile su un piccolo supporto – un portacandele di vetro, un piattino o un vecchio sottopentola di vimini – con la parte più larga a fare da base. Decorane la punta con un fiocco di velluto rosso o una stella di cartone dorato ricoperta di glitter. Si trasformeranno in mini alberi, molto chic!

albero-natale-fai-da-teIn accordo con il vero spirito natalizio, dai spazio a fantasia e creatività per portare un po’ di Natale in ogni angolo della casa!

Ingresso

Corone decorative da appendere alla porta: intreccia in tondo dei rami secchi abbastanza robusti e guarnendoli con bacche rosse, agrifoglio, piccoli fiocchetti in raso o velluto, mini pigne o addirittura giocando con le spezie come pezzetti di cannella, anice stellato e noce moscata.

Cucina

Tendine: appendi alle finestre le classiche formine per fare i biscotti legandole con dei nastri, oppure realizza delle tende di frutta secca e spezie. Infila su un filo di cotone o ottone dei pezzetti di albicocca, arancia essiccata, fichi, cannella e bacche di rosa, poi fissa tre o quattro fili a uno spiedino di legno da applicare alla sommità della finestra e il gioco è fatto.

Soggiorno

Vuoi un soprammobile davvero originale? Parti da quello che hai già! Decora con nastri rossi i sostegni di tutte le abat-jour, riempi una ciotola bassa o un vaso cilindrico in vetro trasparente con tante palline rosse lucide, pigne o fiocchi del colore che preferisci.

Camera da letto

L’atmosfera si fa magica. Prendi qualche candela magari di colore, forma e dimensione diversa, legala con tralci d’edera e mettila sul davanzale.

Bagno

Incolla stelle adesive dorate in varie misure sullo specchio o sul vetro del box doccia o appoggia delle ciotoline decorative riempite con bacche, rametti di pino e piccole pigne.

Le regole d’oro dell’idratazione

Una corretta idratazione è davvero indispensabile per il nostro corpo, perché anche bere fa parte del nostro mangiare!

Anche se l’estate e l’afa stanno ormai lasciando il posto al clima più mite dell’autunno, dobbiamo ricordare che una buona idratazione deve essere tra le buone regole da seguire durante tutto l’anno e non solo quando il caldo ci fa sentire più assetati del solito.

schermata-2016-06-28-alle-18-04-10Bere fa parte del nostro mangiare. L’idratazione, infatti, è una delle parti fondamentali dell’alimentazione. L’acqua è un nutriente essenziale, anche se ce ne dimentichiamo. In realtà, tutti gli sforzi che si compiono per stare in forma, dal punto di vista del fitness, dell’alimentazione e della cura del corpo, potrebbero essere annullati o diminuiti da una condizione di scarsa idratazione. Per “bere” si intende alimentarsi con acqua, verdure e frutta e NON con succhi di frutta, vino, birra o bibite gassate e zuccherate! Bere poco e male danneggia i reni, aumenta la ritenzione idrica e peggiora lo stato di cellulite, provocando secchezza della pelle e abbassamento delle difese immunitarie.

La disidratazione, ad esempio, interessa tutti i tipi di pelle e, nonostante la pelle secca vi sia più soggetta a causa della mancanza di lipidi (che idratano i tessuti e trattengono l’acqua), anche una pelle grassa può disidratarsi.

Ecco le regole da seguire per essere sempre idratati e quindi evitare gli effetti provocati da disidratazione:

1 – Al primo posto la ormai conosciutissima “bere 2 lt di acqua al giorno”.

2 – Anche il quando è importante! Ricorda di bere sempre al mattino, a digiuno, uno o due bicchieri d’acqua a temperatura ambiente per depurare l’organismo e stimolare l’attività diuretica dei reni dopo la notte.

3 – Non aspettare che sia la sete a farti bere.

4 – Bere è un buon modo per diminuire l’appetito e spesso quando pensiamo di avere fame in realtà abbiamo sete. L’acqua non ha né grassi né calorie, va dunque bevuta in abbondanza durante una dieta.

5 – Bere sempre, prima e durante l’allenamento sportivo

6 – L’idratazione cutanea rappresenta uno degli aspetti di maggiore importanza per il mantenimento del benessere della pelle. Oltre ad idratare il corpo dall’interno è bene utilizzare abitualmente una crema per il corpo e un balsamo per le labbra.

Estate, vacanze e mete da sogno…non troppo lontane!

L’estate è già iniziata da un po’ ma siete ancora indecisi su dove andare in vacanza? Niente paura, abbiamo selezionato per voi 10 mete da non perdere, assolutamente raggiungibili…in fondo non serve andare ai Caraibi per specchiarsi in un mare cristallino!

 1) PLAYA DE SES ILLETES, FORMENTERA – Una lingua di sabbia a nord dell’isola spagnola, buen retiro di turisti e locali. La spiaggia de Ses Illetes è tra le più popolari delle Baleari. Anche perchè difficilmente si trova una combinazione così armonica di mare blu e sabbia total white.

2) SPIAGGIA DEI CONIGLI, LAMPEDUSA – Nel 2013 è stata eletta “la spiaggia più bella del mondo” dai lettori di Tripadvisor. E chi ci è stato capisce il perché. Oltre all’acqua caraibica, alla natura selvaggia, alla sabbia candida, il plus è dato dalle tartarughe marine, che qui nidificano indisturbate.

 131149237-6589517d-c463-4310-8345-00e7ca0435763) SPIAGGIA DI ZLATNI RAT, CROAZIA – La Croazia è un’altra delle mete più ambite dell’estate. Oltre al fatto di essere una destinazione tra le più economiche, vanta alcune delle spiagge più belle del Mediterraneo. Una di queste è Zlatni Rat, una lingua di ciottoli che cambia posizione e forma in base al vento.

4) EGREMNI (LEFKADA)- Prima si percorre una strada sterrata, poi si scende lungo una scala di 300 gradini. Solo allora, si arriva in un paradiso naturale: la spiaggia bianca di Egremni, sulla costa occidentale dell’isola greca.

5) SANTORINI, GRECIA – La più famosa isola greca rappresenta una vera e propria perla. Un’isola caratteristica, circondata da piccole case bianche tipiche della zona. Bisogna fare attenzione però al periodo in cui si va a visitarla perché nei momenti di picco risulta veramente affollata.

6) BLUE LAGOON, COMINO – La chiamano Laguna Blu – tra i suoi must, sabbia perlacea e acque color del cielo – ed è il luogo perfetto per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. Si trova tra l’isola di Comino e Cominotto, lungo un canale nell’arcipelago maltese. Affollata in piena estate, è perfetta fuori stagione

7) PORTO CESAREO, PUGLIA – Chi ha detto che bisogna andare all’estero per trovare un mare caraibico? Quello che circonda Porto Cesareo, in provincia di Lecce, non ha nulla da invidiare ai Tropici. Spiagge lunghe di sabbia fine e acqua trasparente, a due passi dai graziosi borghi del Salento

Unknown8) SCALA DEI TURCHI, SICILIA – Qui si apre davanti agli occhi un paesaggio mozzafiato: una falesia di marna, bianchissima e lucente, lavorata e levigata continuamente dal vento e dal mare della costa agrigentina. Il nome, Scala dei Turchi, racconta di un passato in cui questa spiaggia fu rifugio per le imbarcazioni dei pirati: altro motivo di fascino di un luogo già speciale a livello naturalistico.

9) SPIAGGIA DI CALA BIRIOLA, SARDEGNA – Nel Golfo di Orosei, appena sotto il bosco di Biriola, questa cala è un piccolo paradiso: i ciottoli bianchi della spiaggia si gettano in acque turchesi ricche di pesci, che la rendono una meta amata tra i sub. Ma ad incantare sono anche i profumi della macchia che riempiono l’aria: quelli speziati del timo e del rosmarino e quelli intensi del ginepro e del mirto.

10) SPIAGGIA DI CAVOLI, TOSCANA – Facciamo un piccolo balzo per saltare sull’isola d’Elba, nella splendida spiaggia di Cavoli, che deve il suo nome ai blocchi di granito già squadrati, i “cavili” appunto, che venivano estratti dalle cave di questa zona da tempi immemori. Un luogo in cui godersi le ore più belle della giornata, tra un tuffo nelle acque limpide e una partita a beach volley con gli amici, per poi concedersi una cena di pesce nei tanti ristoranti della zona.